The Walking Dead affronta un’altra importante perdita

The Walking Dead ha concluso il suo finale di metà stagione con lo shock più grande dello show. Come se la fuga dei Salvatori, il Regno spazzato via, e Alexandria saltata in aria non fosse già abbastanza, negli ultimi istanti dell’episodio finale è stato rivelato che Carl è stato morso da uno zombie, indicando così la sua morte imminente e la dipartita dell’attore Chandler Riggs dallo show.

La decisione di uccidere Carl è certamente la più grande deviazione dal fumetto messa in atto nello show. Carl non solo è uno dei cinque personaggi originari rimasti nella serie di punta dell’AMC – e un altro di loro, Lennie James (Morgan), lascerà lo show entro la fine sella stagione per passare a Fear the Walking Dead — ma rimane una figura di punta nel fumetto.

EW esamina la decisione di uccidere Carl e ciò che comporterà per i superstiti – come Rick, Daryl, e Maggie – nell’ultima cover story di Walking Dead. Mentre il viaggio di Carl terminerà con la premiere di metà stagione il 25 febbraio, l’influenza del personaggio sui sopravvissuti rimarrà a lungo dopo che se ne sarà andato. “Lascerà sicuramente un’eredità duratura,” dice Riggs, “che è stata la parte migliore del girare qui momenti finali – sapendo che Carl avrà un impatto così duraturo nella storia.” Lo showrunner Scott M. Gimple concorda, sottolineando che, “la presenza di Carl è profondamente sentita nel corso della storia. È un aspetto fondamentale della stagione.

Soprattutto quando si tratta del padre di Carl, Rick. “La seconda metà [della stagione] è lui che cerca di superare il suo incredibile dolore, nel bel mezzo di una guerra, e che cerca di conciliare questa perdita con quello per cui sta combattendo,” dice Andrew Lincoln del suo personaggio. “Questo è il suo peggior incubo realizzato.

E ci aspettiamo anche l’evoluzione di Daryl Dixon – che ha ripetutamente perso le staffe nella prima metà di stagione. “Ci sono alcune cose davvero interessanti in arrivo per Daryl che avranno a che fare con dei faccia a faccia con alcuni personaggi,” promette Norman Reedus. “Adoro il modo in cui alcune di quelle storie vengono messe in atto alla fine. C’è una vera bellezza. Non è esattamente il modo in cui pensi. Si conclude in un modo molto poetico.

Date un occhio alla copertina di Reedus qui sotto.

FONTE: Entertainment Weekly

© Traduzione a cura del Norman Reedus Italia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Facebook
Twitter
Google +
The Sun’s Coming Up… Like A Big Bald Head

Photographs by Norman Reedus, is a limited-edition collector’s volume. Through his penetrating imagery, Reedus takes us on what proves to be a hauntingly intimate journey through the dark and sublime.

Affiliates
Legal Disclaimer
Licenza Creative Commons
©NormanReedusItalia by NormanReedusItalia is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.normanreedus.it/contatti/.
Visualizzazione
Sito Ottimizzato per Mozilla Firefox v.2+. L'utilizzo di browser differenti potrebbe non garantire la giusta visualizzazione del sito e il corretto funzionamento di alcune applicazioni.

Copyright © 2012. All Rights Reserved.