“Talking Dead” con Norman Reedus

The walking dead

Fantastico, sexy, forte – tutto in una giornata di lavoro per Norman Reedus di ‘The Walking Dead’.

Sia che uccida zombie in televisione, sia che sfili con i suoi abiti di Prada o che catturi la scena con Lady Gaga, Norman Reedus, molto semplicemente, trasuda fascino. Il celebre attore ha compiuto 44 anni mentre si trovava a Sydney per promuovere il ritorno di ‘The Walking Dead‘.

The Walking Dead’ sta andando davvero forte nella sua terza stagione. Cosa ti ha attratto dello show?

Quando ho letto il pilot, il nome ‘Walking Dead’ spiccava ed era scritto così bene. I migliori nomi gli erano già stati collegati così sapevo che sarebbe stato grande – solo non sapevo che sarebbe diventato qualcosa di così grande.

Vieni spesso riconosciuto quando sei in giro?

Di tanto in tanto – da un sacco di persone, in realtà. Nessuno m’insegue per la strada come i Beatles, però. [Ride]

Il tuo personaggio [Daryl Dixon] è emerso come il preferito dei fan. Perché pensi che sia così amato dagli spettatori?  

Penso che sia una combinazione di un sacco di cose. Quello che amo di Daryl è che è onesto, è stato un perdente per tutta la vita e sta diventando quest’uomo che non sarebbe mai potuto essere. Mi piace anche il fatto che può cavarsela da solo.

Se un po’ simile a lui nella vita reale?

[Ride] Di sicuro sono onesto – e posso essere schivo.

Hai voce in capitolo nello sviluppo di Daryl?

Discuto le mie idee con gli sceneggiatori ma fondamentalmente li ascolto. Volevo davvero avere un cane nell’ultima stagione ma mi hanno convinto che non ne avevo bisogno [ride]. Sono molto bravi nel loro lavoro quindi mi fido di loro. 

La balestra gioca un ruolo importante, ti sei allenato?

Ci siamo allenati con la balestra, ma sono talmente imbranato che ho inciampato e mi sono fatto un occhio nero una volta. Ci sono un sacco di mie papere al riguardo [ride].

Con chi hai più legato nel cast?

Beh, andiamo tutti d’accordo, ma dovrei dire che ho legato più con Andy [Lincoln]. Lui è sempre nella mia roulotte a fumare sigarette e a dire, “Non dire a nessuno che sono qui a fumare”. Ci è stato chiesto di farci crescere i capelli per la prossima stagione così entrambi abbiamo scommesso 5 dollari su chi se li sarebbe tagliati per primo. E’ un ragazzo fantastico – ed è sicuramente il mio miglior amico.

Pensi che ci sarà un film di Walking Dead prima o poi?

Se facessimo un film, mi piacerebbe che fosse girato in versione invernale, con la neve!

Andiamo indietro fino a Judas. Non capita tutti i giorni di essere presi per un video di Lady Gaga. E’ stato divertente? 

Lo è stato. Ho praticamente ricevuto una telefonata che diceva, “Ti piacerebbe venire a Los Angeles e fare questo video musicale per la Gaga?” ed io ho detto, “Sono a Los Angeles”. Loro mi hanno chiesto, “Sai guidare una motocicletta?” Io ho risposto, “Sto guardando proprio adesso la mia moto.” Ho detto loro che l’avrei fatto a una condizione, cioè che avrei guidato la mia moto nel video. L’accordo è stato fatto, abbiamo girato per un fine settimana ed è stato davvero divertente. 

Ti tieni piuttosto impegnato. Ho sentito che sai anche un regista, un modello e un artista. Raccontaci di più sulle tue altre imprese …

Ho fatto una campagna di Prada in cui partecipavano una serie di attori – anche se non avevo idea di chi fosse Prada a quel tempo. Ho anche fatto delle mostre d’arte a New York e in Germania – tendo a dilettarmi in un sacco di cose. E’ bello essere in grado di fare tutto questo.

La seconda metà della terza stagione di The Walking Dead sta partendo.  Qualche anticipazione?

La gente inizierà a chiedersi da che parte stanno davvero le persone e un sacco di sospetti ne conseguiranno. E’ così piena di azione ed emozionante. Non vedo l’ora che le persone la vedano.

FONTE: Yahoo Lifestyle Australia

© Traduzione a cura del Norman Reedus Italia *Elena*

2 risposte a “Talking Dead” con Norman Reedus

  • Renato scrive:

    Season 3, especially the end was extremely emotional yes.
    The death and turning to a Walker of Merle (Michael Rooker), and the death of Andrea ( Larie Holden) was totally disturbing , frustrating.
    I needed a break after those people dying. Sad stuff.

    Yes, it was played THAT well.
    I wish not so many of the good people would die.

    It’s awful to watch.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Facebook
Twitter
Google +
The Sun’s Coming Up… Like A Big Bald Head

Photographs by Norman Reedus, is a limited-edition collector’s volume. Through his penetrating imagery, Reedus takes us on what proves to be a hauntingly intimate journey through the dark and sublime.

Affiliates
Legal Disclaimer
Licenza Creative Commons
©NormanReedusItalia by NormanReedusItalia is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.normanreedus.it/contatti/.
Visualizzazione
Sito Ottimizzato per Mozilla Firefox v.2+. L'utilizzo di browser differenti potrebbe non garantire la giusta visualizzazione del sito e il corretto funzionamento di alcune applicazioni.

Copyright © 2012. All Rights Reserved.