Q&A – Norman Reedus (Daryl Dixon)

L’attore Norman Reedus, che interpreta Daryl Dixon nella serie dell’AMC The Walking Dead, parla dell’ispirazione dietro il famigerato sguardo accigliato di Daryl e di come dia il benvenuto ai nuovi attori dello show. 

Daryl è davvero risultato come il personaggio preferito dai fan. Quando hai accettato il ruolo, hai mai pensato che sarebbe stato così amabile? 

Sto cercando di renderlo amabile qua e là, ma non troppo.

E’ anche parte di un gruppo di personaggi in diminuzione, quelli che sono stati presenti nello show fin dall’inizio. Qual è il segreto della sua longevità?

Oddio, non so quale sia il segreto. Tutti quelli che hanno incontrato la loro fine sono stati personaggi così ricchi, e gli attori hanno portato quei personaggi in vita in modi davvero grandiosi. Non credo che qualcuno morirà in un letto d’ospedale sorridendo a tutti i lori amati intorno e tenendo loro le mani.

I fan hanno i loro metodi per cercare di prevedere cosa accadrà nello show. Che cosa fanno gli attori? 

Abbiamo i copioni appena prima di girare. A volte sento voci di certe direzioni che prenderemo, e a volte sono giuste e a volte sono sbagliate. Ma nessuno conosce il ciclo del suo personaggio. Anche quando facciamo tavole rotonde quando lo show inizia, abbiamo tutti questi intervistatori e dicono, “Oh, abbiamo visto i primi due episodi, e questo è quello che credo succederà.” Di solito sbagliano, e l’hanno appena guardato! Quindi Scott e gli sceneggiatori sono molto bravi a tenere per se stessi quei segreti. L’intero ciclo dello show in generale è al sicuro da qualche parte in una cassaforte nel cervello di Scott Gimple.

Conan O’Brien ha recentemente dichiarato che pensava tu avessi uno dei migliori “sguardi infiammati, stanchi, arrabbiati, sto-per-ucciderti,” nello show. Questo dice molto, visto altri personaggi come Michonne. C’è qualche sguardo accigliato a cui ti rifai?

All’inizio, ero così insicuro come attore che davo a tutti occhiatacce. Pensavo che mi odiassero tutti. E in qualche modo da allora ho interpretato parti in cui uccido la gente. E’ po’ come se quello sguardo accigliato di fosse trasformato in una carriera. Tutti i miei attori preferiti sono corrucciati. Clint Eastwood aveva sicuramente un grande sguardo accigliato. Charlie Bronson. Marlon Brando ne aveva uno quando ne voleva uno. Willem Dafoe può sicuramente trasformare il vostro cervello in ghiaccio guardandovi. Per quanto riguarda Daryl, l’ho sempre interpretato come un combattente, ma perché ha sempre dovuto combattere. E’ un diverso tipo di lotta rispetto a un ragazzo con grandi pettorali in risalto per dimostrare qualcosa. Immagino che vada mano nella mano con lo sguardo accigliato.

Quest’anno ti manca Michael Rooker tanto quanto a Daryl manca suo fratello?

Rooker è divertente – è una specie di tornado. Non sai mai cosa sta per uscire dalla sua bocca. Quindi sì, mi manca completamente. Mi mancano tutti i personaggi che abbiamo perso.

Ci sono molti nuovi personaggi in questa stagione, però. COM è dare il benvenuto al nuovo cast sul set?

E’ interessante perché quando arrivano, li guardo nel modo in cui li guarderebbe Daryl. Non parlo con loro, lancio loro delle occhiatacce, e dopo un paio di episodi quando sono tutti malconci e hanno graffi su tutto il corpo e camminano come se avessero novantacinque anni, poi mi apro e dico, “Hey, benvenuto a bordo.”

Dopo quattro stagioni nello show, quanto Daryl è diventato parte di te? 

Davvero non lo lasci andare [il personaggio] per un po’. Ricordo che ho fatto il doppiatore per un film di animazione dove interpretavo The Punisher. Sono andato lì in versione “rozza”, e loro, “Woah, tu non sei Daryl. Non essere Daryl.” E tutti a parlare. Ho parlato ad Andy e ho parlato agli altri membri del cast durante il fuori stagione e abbiamo cercato di vederci quando potevamo, e quindi è davvero come non lasciarlo mai andare.

FONTE: AMC  TV Blogs

© Traduzione a cura del Norman Reedus Italia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Facebook
Twitter
Google +
The Sun’s Coming Up… Like A Big Bald Head

Photographs by Norman Reedus, is a limited-edition collector’s volume. Through his penetrating imagery, Reedus takes us on what proves to be a hauntingly intimate journey through the dark and sublime.

Affiliates
Legal Disclaimer
Licenza Creative Commons
©NormanReedusItalia by NormanReedusItalia is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.normanreedus.it/contatti/.
Visualizzazione
Sito Ottimizzato per Mozilla Firefox v.2+. L'utilizzo di browser differenti potrebbe non garantire la giusta visualizzazione del sito e il corretto funzionamento di alcune applicazioni.

Copyright © 2012. All Rights Reserved.