Nato per essere selvaggio

Nato per essere selvaggio

E’ mezzogiorno sul set di The Walking Dead ad Atlanta, in Georgia, e il sole è al suo picco. Non c’è nessun altro in giro, tranne un paio di zombie di scena sotto ad un portico, mentre l’attore  Norman Reedus corre sulla sua motocicletta, una Triumph nera.

Di persona, vestito con una maglietta vintage dei Circle Jerks e con una sigaretta in bocca, Reedus è un “badass” come il personaggio che interpreta nello schermo.

 

Nei più di quaranta ruoli che ha interpretato da quanto ha iniziato la sua carriera più di quindici anni fa, la maggior parte avevano tendenze omicide. “Ho ucciso qualcuno in qualsiasi cosa abbia fatto”, dice Reedus. Anche prima di interpretare Murphy MacManus nel classico cult del 1999 The Boondock Saints, l’attore è stato spesso scelto per interpretare l’oscuro, cattivo ragazzo dal grilletto facile. “Quando ho iniziato a recitare, ero così insicuro e così sulla difensiva, che mi accigliavo con tutti”, ricorda. “Mi piaceva fare cose assurde e guardare la gente nelle palle degli occhi, senza parlare. Penso che questo mio fare corrucciato – questa cosa tipo ‘Che cosa avete da guardare?’ – in qualche modo è diventato la mia carriera”.

Questo comportamento l’ha tenuto occupato. Nel 2012, l’attore quarantatreenne, sarà il protagonista della terza stagione di The Walking Dead, in onda in anteprima domenica 14 ottobre, e anche del film Sunlight Jr., accanto a Naomi Watts e Matt Dillon. In agenda anche il film Pawn Shop Chronicles con Elijah Wood e Brendan Fraser, e, come corre voce, un terzo Boondock Saints.

Reedus è nato nel 1969 a Hollywood, in Florida, ma ha passato la sua infanzia in California del nord, Giappone, Londra e Spagna. Poco più che ventenne, ha seguito la sua ragazza di allora a Los Angeles. Lei ha rapidamente scaricato Reedus e si è trasferita alle Hawaii con un suo ex-ragazzo. Lui poi è finito a vivere con alcuni amici nel centro di Los Angeles, e ha lavorato per un meccanico in un negozio di moto a Venice, Dr. Carl’s Hog Hospital. Inoltre, ha dipinto, fotografato e scolpito.

Ha lasciato il lavoro dopo un disaccordo con il proprietario – oltre una divergenza di opinion sul perché il pitbull del proprietario avesse preso l’abitudine di rosicchiare nell’auto sportiva del proprietario. La sera che ha lasciato il negozio definitivamente, è andato con un amico a una festa e si è ubriacato. Ubriaco e allegrotto, Reedus ha urlato dal secondo piano della casa fino a che un manager gli si è avvicinato e gli ha chiesto se voleva mettersi in gioco. E in questo modo, è diventato un attore. Non aveva mai considerato prima di fare questa professione.

Nel 1997, Reedus ha ottenuto la sua prima grande occasione quando il regista messicano Guillermo del Toro (noto per Pan’s Labyrinth) lo ha scelto per il thriller di fantascienza Mimic. Due anni dopo, il suo ruolo in The Boondock Saints gli è valso un enorme seguito di fan. Nonostante il film abbia avuto una risposta negativa dalla critica, sembra che gli spettatori abbiano perso la testa per il ritratto dato dall’attore, di un affascinante vigilante irlandese americano.

Ma la carriera di Reedus è veramente decollata solo quando è entrato a far parte della prima stagione della serie dell’AMC acclamata dalla critica The Walking Dead, nel 2010.

Secondo la leggenda, Reedus inizialmente aveva fatto un provino per il ruolo di Merle Dixon, un razzista, tossicodipendente e irascibile rozzo. Anche se alla fine, hanno dato il ruolo a Michael Rooker, hanno deciso di creare un personaggio su misura per Reedus: l’esplosivo, armato di balestra, Daryl Dixon, il fratello più giovane, danneggiato e cacciatore di zombie, di Merle. Essendo un personaggio principale della serie non presente nei fumetti, i creatori si sono presi un rischio nel portarlo nella serie, ottenendo molte critiche e lo scetticismo iniziale dei fan accaniti.

Non c’è voluto molto, tuttavia, per far diventare Daryl – un adorabile bruto solitario – il preferito dello show, e per attirare verso l’attore un altro seguito di fan. “Con la televisione, si rilasciano questi piccoli semi nel terreno e si spera che diventino alberi” dice Norman. “Speri che le persone prestino attenzione”.

Come ha detto il creatore del fumetto, Robert Kirkman, a USA Today, “Mi sento benedetto dal fatto che lui abbia onorato lo show con la sua presenza … Adoriamo scrivere di lui”. In effetti, si parla di scrivere di lui nei fumetti.

E mentre Reedus non può identificarsi nella violenza e nell’irascibilità di Daryl, può però identificarsi con il suo lato più sensibile e danneggiato. “Ci sono certe cose di lui che sono molto simili a me” dice, elencando la sua fedeltà agli amici, la sua difficoltà nel fidarsi delle persone, e la sua avversione per le luci della ribalta come qualità che entrambi condividono. “Non mi piace la troppa attenzione”, dice. “E’ probabilmente il motivo per cui indosso gli occhiali”.

Anche così, Reedus è grato per il successo dello show e per l’accoglienza positiva che lui e il suo personaggio hanno ricevuto – provata, ovviamente, dalla sua collezione di lettere e regali dai fan, che posta nel suo blog in apprezzamento.

Ma con due stagioni alle spalle e una terza tra poco in onda, è la complessità di Daryl quella cui Reedus cerca di andare oltre. “Spero che duri per sempre”, dice. “Spero che sia uno zombie-show in cui non sai mai quando ci sarà un po’ di pace”.

FONTE: http://www.lifestylemirror.com/

© Traduzione a cura del Norman Reedus Italia *Elena*

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Facebook
Twitter
Google +
The Sun’s Coming Up… Like A Big Bald Head

Photographs by Norman Reedus, is a limited-edition collector’s volume. Through his penetrating imagery, Reedus takes us on what proves to be a hauntingly intimate journey through the dark and sublime.

Affiliates
Legal Disclaimer
Licenza Creative Commons
©NormanReedusItalia by NormanReedusItalia is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.normanreedus.it/contatti/.
Visualizzazione
Sito Ottimizzato per Mozilla Firefox v.2+. L'utilizzo di browser differenti potrebbe non garantire la giusta visualizzazione del sito e il corretto funzionamento di alcune applicazioni.

Copyright © 2012. All Rights Reserved.