La star di “The Walking Dead” Norman Reedus parla dello sviluppo del personaggio e della quarta stagione

Photo Credit: Gene Page/AMC

Star della serie di successo “The Walking Dead,” e autore di “Like a Big Bald Head,” Norman Reedus condivide informazioni esclusive sul resto della quarta stagione di “The Walking Dead.

D: Che cosa possono aspettarsi i fan dalla seconda metà di questa nuova stagione?

Reedus: E’ così controversa e così intensa e ben fatta, che sono super eccitato per la gente che la guarderà. Ci sono certi personaggi che fanno certe cose che sono davvero forti e crude. E’ super interessante, è molto ben fatta; scritta intelligentemente, e molto ben recitata e diretta, quindi è molto buona.

D: Qual è la tua opinione, come attore, riguardo alla reazione di Daryl sul fatto che Rick abbia allontanato Carol a causa delle sue azioni?

Reedus: Abbiamo lavorato su questa scena, ed era stata scritta in modo un po’ più diverso prima che la girassimo – è stata scritta in modo che mi fosse spiegato quello che era successo, ed io ero arrabbiato, ma ho capito, e ci sono passato oltre. Scott Gimple, Greg Nicotero, ed io abbiamo lavorato su questa scena per fare in modo di lasciare un po’ aperta quella conversazione, come se avessimo finito di parlarne, e volevamo chiuderla con un nodo, per così dire. Sapete, ho sempre avuto Rick dietro alle mie spalle, non importa cosa, e tutti abbiamo fatto nel mondo cose che sono imperdonabili, ma siamo tutti stati spinti a fare cose che non avremmo mai fatto in circostanze normali. Abbiamo voluto lasciare la conversazione come se Daryl fosse tipo, “lascia lo elabori per un secondo,” in modo che capisca, ma non ha finito di parlarne. Quindi li abbiamo lasciati così, perché non c’è modo alla fine di quella scena, Daryl è felice di questa decisione, ma è qualcosa di cui non abbiamo ancora finito di parlare. Poi veniamo attaccati, e non abbiamo mai avuto la possibilità di finire la conversazione. Abbiamo lavorato molto su quella scena per renderla una scena migliore così che quella conversazione sia aperta, e non abbiamo ancora finito di parlarne – Daryl non è affatto felice di questo.

D: Cosa si prova a sapere che hai un grande seguito di fan, grazie al tuo personaggio super-umano?

Reedus: Gli sceneggiatori mi fanno fare grandi cose ed è difficile non sembrare figo con una balestra, in sella a una moto. Mi hanno dato delle cose interessanti da fare, e il fatto con quel personaggio è che lui è tipo destinato a diventare il nuovo Merle; Merle se n’è andato e lentamente ha scoperto che era ok essere se stesso con tutte le altre persone. Ha mostrato un senso di autostima con queste altre persone e si vede questo ragazzo cercare di essere se stesso e le persone si relazionano a lui per la prima volta in vita sua, e che si riferisce molto alla vita reale. Quello che dici è importante e quello che fai è importante, e chi vuoi essere è importante, e ci sono questi ragazzi che si rimboccano le maniche ed è interessante perché se questo non fosse successo, probabilmente non sarebbe questo ragazzo. E’ interessante vedere un uomo adulto che si rende conto di essere un uomo.

D: Volevi che il tuo personaggio fosse quello che alla fine uccide il governatore?

Reedus: E’ stato divertente perché tutti non stavamo combattendo per uccidere il governatore. Tutti avevano una ragione per uccidere il governatore ma si trattava o del governatore o del carro armato, e il carro armato è anche una figata. E’ interessante perché la cosa con Scott e David è che entrambi sono degli attori bravi ed è così divertente lavorare con loro che quel giorno è stato così deprimente perché abbiamo perso entrambi. Scott è stato a casa mia, è stato con me a New York, e l’ho portato al Memorial di Lou Reed all’Apollo ed è un mio buon amico. E’ difficile perdere chiunque nello show perché siamo come una famiglia unita e ci piacciamo tutti.

D: Cosa ci puoi raccontare sui prossimi episodi, e sulla direzione in cui andranno?

Reedus: A questo punto tutti credono che siano tutti morti, e tutti sono tornati al triste punto di partenza. Così tutta la sicurezza che abbiamo avuto fino a questo punto se n’è andata, e siamo di nuovo in fuga per le nostre vite. Ognuno è in questi luoghi orribili nella propria testa; non c’è sicurezza, non ci sono più amici, e nessuno di quella famiglia che abbiamo lavorato così duramente per creare. Tutti sono in fuga per la loro vita a questo punto, e nessuno crede che qualcuno ce l’abbia fatta.

D: I fan hanno sottolineato che il tuo look è cambiato in questa stagione. E’ stata una scelta personale o è stata fatta per lo show? 

Reedus: L’hanno fatta per lo show ma stiamo cercando di mantenere i nostri capelli alla lunghezza che riteniamo essere giusta per la trama. E a essere onesti, farsi crescere i capelli come un uomo selvaggio, potrebbe non essere il look più attraente su una persona, ma preferisco essere reale che posare per le riviste. Sto cercando di mantenere questo show più reale possibile, come tutti noi, così se Hershel ha i capelli molto lunghi, anche i miei capelli sono molto lunghi.

FONTE: CableTv.com

© Traduzione a cura del Norman Reedus Italia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Facebook
Twitter
Google +
The Sun’s Coming Up… Like A Big Bald Head

Photographs by Norman Reedus, is a limited-edition collector’s volume. Through his penetrating imagery, Reedus takes us on what proves to be a hauntingly intimate journey through the dark and sublime.

Affiliates
Legal Disclaimer
Licenza Creative Commons
©NormanReedusItalia by NormanReedusItalia is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.normanreedus.it/contatti/.
Visualizzazione
Sito Ottimizzato per Mozilla Firefox v.2+. L'utilizzo di browser differenti potrebbe non garantire la giusta visualizzazione del sito e il corretto funzionamento di alcune applicazioni.

Copyright © 2012. All Rights Reserved.